Accademia Abraxa

Rito Egizio Tradizionale

Emblema dell’ Istituto di Psicologia Superiore Operativa

L’Accademia Abraxa di Messina è stata uno dei più importanti Cenacoli Ermetici attivi in Occidente nella seconda metà del XX secolo, annoverando Figure di prestigiosi Maestri, noti anche nel panorama internazionale.

L’Accademia vide crescere il melieu Ermetico proveniente da radici antiche e purissime già presenti nella città dello Stretto dal periodo del Regno di Napoli e da moltissime più antiche Tradizioni.

L’Accademia ebbe fra i suoi Padri Nobili, Ermetisti del calibro di Don Luigi Petriccione | Caliel, Don Peppino Costa | Sitael, ed il Marchese Salvatore Claudio Ruta Crevy, noto come Claudio Rutilio, e tanti altri rappresentati di scuole Tradizionali dedite alla Trasmissione della Santa Scienza come i Maestri Filippo Donato (Rose-Croix Catholique per l’Italia, ramo Sar Peladan 1), ed Elio De Pasquale (Frazione Federata Ordo Romanus Magistrarum Antiquorum).

L’Accademia come un vero crogiuolo, armonizzò molteplici Saperi Tradizionali a partire dai primi anni ’70, custodendo gli ideali tanto Neo Pagani provenienti dalla Tradizione dei Dioscuri figli di quello che fu lo storico gruppo di UR, a quelli Neo Pitagorici, uniti ad una profonda Tradizione Massonica Solare. La custodia e la Trasmissione fu preservata nell’alveo delle singole Fratrie, ponendo a livello di circoli interni il Governo e la trasmissione dei piani più Sottili.

Rito Egizio Tradizionale

Accademia Abraxa – Messina

Nel prestigioso palazzo detto “dell’Accademia”, realizzato in stile eclettico, sul Corso Garibaldi, principale arteria della città nel Novecento intorno alla quale si concentrarono le architetture più prestigiose, al civico 268 vi prese vita, in una dimora storica di oltre 250 m²  (Pianta dei Locali e del Tempio dell’Accademia Abraxa di Messina).

Rito Egizio Tradizionale

Pianta dei “Locali” e del “Tempio” dell’Accademia Abraxa

Il primo nucleo si costituì come Casa Massonica, che ospitava un vasto Tempio ove lavoravano le storiche Officine (RRLLGiordano Bruno e Sicilia Normanna, sotto l’egida del Maestro Peppino Costa, il quale a seguire creò, divenendone Presidente, l’Istituto di Psicologia Superiore Operativa. Vi furono consolidati e stabili rapporti operativi con il Gruppo Romano dei Dioscuri, finché nella sede dell’Accademia sorse la Frazione Federata Messinese dell’Ordo Romanus Magistrarum Antiquorum, cresciuta sotto la sapiente egida del Marchese Salvatore Ruta.

Questa situazione crebbe fino al 1975 anno in cui il Fratello Peppino Costa volle portare stabilmente a Messina il Gran Maestro Luigi Petriccione | Caliel, al quale era legato da antichi rapporti ermetici e familiari, essendo stato tanto suo Padre Don Filippo Costa Ishabel, quanto il Padre di Caliel Don Eduardo PetriccioneGeber dei Duchi Giordano d’Oratino entrambi Sovrani Gran Hyerophanti Generali e Gran Maestri ad Vitam del Rito Egizio Tradizionale Sovrano Gran Santuario di Heliopolis Sedente in Napoli®.

Questa fondamentale iniziativa, riportò a Messina “al di là del Faro” (come si diceva in età Borbonica), la Tradizione Secolare della Massoneria Napolitana di chiara Matrice Egizia.

Il Gran Maestro Caliel, ed il Fratello Sitael diedero così vita al Cenacolo Iniziatico, che divenne Accademia Abraxa, ove confluì il tramando della Schola Alchemica Napolitana che viveva ininterrotto nella Sancta Fraternitas Hermetica Rosae+Crucis Aureae Italiae della quale Caliel ne era Imperator, unitamente all’Ordine Martinista Napolitano del quale il Fratello Petriccione ne fu Gran Maestro, ma essendo soprattutto il 14° Sovrano Gran Hyerophante Generale e Gran Maestro ad Vitam del Rito Egizio Tradizionale Sovrano Gran Santuario di Heliopolis Sedente in Napoli®.

Nei lustri a seguire, il percorso dei Gran Maestri Caliel e Sitael si cementò sempre più, in quanto nel 1976 diedero vita dell’Alleanza Universale delle Fratellanze Hermetiche della quale Caliel ne fu il primo Gran Maestro, Titolo che dopo il breve passaggio al Maestro Francesco Brunelli | Nebo il quale transitò prematuramente al di là del Velo, passò nelle sapienti mani del Fratello Peppino Costa, il quale con la medesima successione diverrà anche Gran Maestro dell’International Association for World Masonic Occultism Preservation and Knowledge in All Rhites and Countries.

Nell’Accademia pervennero anche i Saperi Gnostici della Tradizione Napolitana, uniti a quelli della Massoneria Solare. Il Gran Maestro Caliel lasciò la guida del Rito Egizio Tradizionale e la custodia della Tradizione della Massoneria Napolitana, trasmettendo la Somma Ankh nelle sapienti mani di Don Peppino Costa | Sitael il quale divenne il 15° Sovrano Gran Hyerophante Generale e Gran Maestro ad Vitam del Rito Egizio Tradizionale Sovrano Gran Santuario di Heliopolis Sedente in Napoli®, raccogliendo l’antica Tradizione Ermetica e di Famiglia, con continuità ininterrotta dal 1747.

Anche la storica Tradizione Scozzese di Piazza del Gesù unì i Fratelli Caliel e Sitael in quanto Don Peppino Costa Sovrano Gran Commendatore del Supremo Consiglio per l’Italia del 33° ed Ultimo Grado – Comunione Italiana di Piazza del Gesù®, nominò a sua volta a seguire il suo Maestro Caliel, Sovrano Gran Commendatore d’Onore ad Vitam del Supremo Consiglio del quale ne deteneva la Somma Spada.

L’avvento di Caliel a Messina, creò una fisiologica separazione fra il gruppo che si rifaceva alla Tradizione Neo Pagana guidata dal Marchese Ruta, che continuò in altre sedi il suo importante cammino di ricerca, ed il rinnovato sodalizio Ermetico Napolitano al quale diedero Luce.

Entrambi i Gran Maestri furono due Figure di enorme caratura sapienziale, che custodirono e fecero crescere ancor più “al di là del Faro” la Scala di Napoli, vera ed unica detentrice degli Arcana Arcanorum.

Quando il Gran Maestro Caliel, per motivi di salute nei primi anni novanta tornò a trascorrere l’ultimo suo periodo terreno prima del passaggio oltre il Velo nella sua dimora Lucchese, il Fratello Costa da lui raccolse l’Eredità Ermetica Napolitana del Rito Egizio Tradizionale, unitamente all’ A.U.F.H. ed all’I.A.f.W.M.O.P.a.K.i.A.R.a.C. ed altri Regìmi più Sottili dei quali già ne deteneva il Governo.

Il Gran Maestro Asaliah raccolse il Tramando e la Custodia dell’Ordine Martinista Napolitano e della Sancta Fraternitas Hermetica Rosae+Crucis Aureae Italiae unitamente alla Tradizione dell’Ecclesia Gnostica perpetrandola ininterrottamente sino ai nostri giorni.

 

© Rito Egizio Tradizionale Sovrano Gran Santuario di Heliopolis sedente in Napoli® – 2018.


Note

  1. Joseph (detto Josephin) Pèladan | Sâr Peladan.