Gaetano Petriccione

Don Gaetano Petriccione - MorienusGaetano Petriccione Morienus (Portici, Napoli 1838 – Napoli, 1919) è un massone, alchimista, martinista ed ermetista italiano.

Il Maestro Don Gaetano Petriccione | Morienus Duca Giordano d’Oratino, figlio naturale del Re Ferdinando II di Borbone 1, trascorse la sua infanzia nella Reggia di Portici posta alle pendici del Vesuvio 2.

Gli fu dato il cognome Petriccione (che apparteneva ad un alto funzionario del Regno) e per maritali nomine acquisì il titolo di Duca Giordano d’Oratino. Ebbe un’istruzione confacente al suo status e frequentò brillantemente la Reale Accademia Militare di stanza a Maddaloni. Divenne allievo della Reale Accademia Militare Nunziatella di Napoli. Nel 1858 ottenne il Brevetto di Alfiere e nel settembre del medesimo anno divenne Sottotenente del Genio Militare. Fu assegnato al Real Genio Ferroviario Militare di Portici. Ebbe in seguito incarichi di ispettore in più luoghi del Regno. Di fede Borbonica durante i moti, servì l’Esercito delle Due Sicilie in qualità di primo telegrafista nella sede del Gran Telegrafo del Real Esercito. Le alterne vicende belliche lo portarono al suo arresto che avvenne il 13 febbraio del 1861 per aver mantenuto fede al Giuramento prestato alla corona Borbonica rifiutandosi di transitare nel Regio Esercito Italiano.

Fu confinato nell’isola di Ponza fino all’amnistia.

La sua condizione di Figlio naturale di Re Ferdinando di Borbone, spinse il deposto Sovrano Francesco II in esilio a Roma, che aveva spostato la sua corte in esilio presso Palazzo Farnese, a farlo arruolare nel 1862 nell’Esercito dello Stato Pontificio con la qualifica di Tenente del Corpo Telegrafico. Promosso in seguito Capitano rimase nei ranghi dell’esercito Pontificio.

Rientrò a Napoli e nel 1870 fu incarcerato nuovamente come prigioniero di guerra, poiché ufficiale dell’Esercito del Papa.

Riacquistata la libertà approfondì i suoi studi umanistici ed esoterici frequentando assiduamente l’ambiente Ermentico Napolitano, entrando in contatto con altri esponenti della Famiglia dei Borboni vicini a questi temi.

Fu infatti discepolo di Don Pasquale de Servis | Izar.

Gran Maestro dell’Ordine Martinista Napolitano, è stato Sovrano Gran Hyerophante e Gran Maestro del Rito Egizio Tradizionale Sovrano Gran Santuario di Heliopolis sedente in Napoli®. Successe alla guida della Scala Napolitana degli Arcana Arcanorum ed al Rito Egizio Tradizionale Sovrano Gran Santuario di Heliopolis sedente in Napoli® nel 1910 al grande Ermetista l’avvocato Don Giustiniano Lebano | Sairtis Hus 3, e fu una figura molto importante dell’Ermetismo Occidentale del XX secolo. Fu il padre di Don Eduardo Petriccione | Geber, al quale trasmise per ininterrotta Via Iniziatica per mezzo dei suoi Discepoli, la Tradizione Napolitana. Il suo diretto Discendente e Discepolo fu Don Antonio de Santis | Filaletes Iatricus il quale divenne Gran Maestro dell’Ordine Martinista Napolitano, e Gran Maestro e Sovrano Gran Hyerophante del Rito Egizio Tradizionale Sovrano Gran Santuario di Heliopolis sedente in Napoli®.

Titoli ed Incarichi

  • Duca d’Oratino.
  • 8° Sovrano Gran Hyerophante Generale e Gran Maestro del Rito Egizio Tradizionale Sovrano Gran Santuario di Heliopolis sedente in Napoli®, in carica dal 1910 al 1919.
  • Gran Maestro dell’Ordine Martinista Napolitano.

Bibliografia

  • A Cura del Sovrano Gran Hyerophante Generale e Gran Maestro Fratello Logos, “Rito Egizio Tradizionale Storia Riti e Miti”– Napoli 7 Luglio 2017 – Ed. Riservata, ISBN 9788894296433.
  • A cura di Domenico Vittorio Ripa Montesano, Ristampa Anastatica degli Archivi Storici del Rito Egizio Tradizionale Sovrano Gran Santuario di Heliopolis sedente in Napoli® – Edizione Originale, Riservata, Napoli 1911 – Ristampa 2017, ISBN 9788894296419.
  • Domenico Vittorio Ripa Montesano, “Raimondo di Sangro Principe di San Severo primo Gran Maestro del Rito Egizio Tradizionale”  – Ed. Riservata. Napoli 2011, ISBN 9788894296402.
  • Domenico Vittorio Ripa Montesano,“Origini del Rito Egizio Tradizionale” – Quaderni Egizi di Loggia – Ed. Riservata, Napoli 2016, ISBN 9788894296488.
© Rito Egizio Tradizionale Sovrano Gran Santuario di Heliopolis sedente in Napoli® – 2018.


Note

  1. In WIKIPEDIA Voce: Francesco II, Sub: Matrimoni e Discendenza, ultimo capoverso.
  2. Gli Archivi del Rito Egizio Tradizionale e specificatamente le memorie scritte del Gran Hyerophante Don Luigi Petriccione | Caliel, che ne era il suo nipote diretto, così come gli Archivi Parrocchiali riportano che Don Gaetano molto somigliante al suo illustre padre, nacque da una relazione fra il Sovrano Ferdinando II ed una assistente di camera (napoletana, di nome Anna Pascale detta Pasca), della Regina Maria Teresa da poco divenuta seconda moglie del Re. La relazione nacque durante le numerose permanenze del Monarca presso la Reggia di Portici ove si recava sovente per seguire di persona i lavori per la costruzione della prima linea Ferrovia costruita sul territorio Italiano, la Napoli Portici, proprio negli anni 1837-1838.
  3. Archivi Storici del Rito Egizio Tradizionale Sovrano Gran Santuario di Heliopolis sedente in Napoli® – Edizione Riservata, Napoli 1911.